All’interno di thebigword crediamo sia importante supportare tutti i nostri colleghi, indipendentemente da sesso, razza, religione e credo. Siamo orgogliosi della diversità della nostra forza lavoro e di avere un gran numero di donne in posizioni senior nella localizzazione.

All’interno della nostra serie dedicata alle “donne nella localizzazione”, questo mese abbiamo intervistato Charlotte, Responsabile del programma clienti della nostra divisone Linguist Recruitment, per discutere le sue opinioni sull’uguaglianza e su cosa significhi essere una donna in una posizione di rilievo all’interno dell’azienda.

Com’è essere una donna in una posizione di alto livello?

Sono orgogliosa di essere nella posizione che ricopro attualmente. C’è voluto parecchio duro lavoro, dedizione e forza di volontà per arrivare dove mi trovo.

Com’è iniziata la tua carriera?

Subito dopo essermi laureata ho iniziato a lavorare nel settore dell’ospitalità, occupandomi della gestione di siti Web, prenotazioni online, matrimoni e conferenze per quattro hotel di York. Dopo 4 anni trascorsi nel settore alberghiero, sono entrata a far parte di thebigword. Ho iniziato nel 2010 nella divisione Linguist Recruitment come Recruitment Account Manager, occupandomi di tutti i clienti del settore automobilistico e scienze naturali. Il mio ruolo consisteva nel garantire che i clienti generassero profitto e la catena di fornitura fosse adatta allo scopo in termini di capacità e velocità.

Come sei arrivata alla posizione che ricopri attualmente?

Con determinazione e dimostrando ai miei superiori di essere capace, efficiente, dedicata e la persona giusta per il lavoro.

Come gestisci l’equilibrio tra vita lavorativa e familiare?

A volte può essere difficile da gestire, dato che impiego due ore per andare e tornare da lavoro, quindi quando arrivo a casa mio figlio è praticamente pronto per andare a letto. Il nuovo modo di lavorare agile nella divisione Linguist Recruitment sicuramente mi aiuterà, poiché ci sarà una maggiore flessibilità nel lavorare da casa. Nel complesso ciò si tradurrà in un migliore equilibrio tra vita lavorativa e familiare.

La cultura di thebigword è cambiata parecchio nel corso degli anni e non è mai stata così favorevole come ora in termini di equilibrio tra lavoro e vita personale. Il mio manager in particolare è accomodante e flessibile, il che è sempre un vantaggio.

La tua vita lavorativa e familiare si sono influenzate a vicenda, ad esempio, hai deciso di rimandare la formazione di una famiglia per concentrarti sulla tua carriera o cose simili?

No, la mia vita è andata avanti naturalmente, senza dover rimandare nulla.Mi sembra che la società accetti molto di più le donne che scelgono di sviluppare la loro carriera, indipendentemente dalle loro circostanze personali, quindi non dovrebbe essere necessario rinviare niente.

Pensi che l’essere donna aggiunga qualcosa a un ruolo di alto livello?

Ora che sono madre sono decisamente più empatica; ma credo sia una cosa personale, visto che conosco molte donne senza figli e uomini dotati di grande empatia.

Essere donna in una posizione di alto livello mostra alle altre donne nel settore che possono avere successo indipendentemente dal genere di appartenenza.

Trovi il tuo ruolo gratificante?

Certamente! Sono molto entusiasta del ruolo svolto dalla divisione Linguist Recruitment e ricordo regolarmente ai nostri coordinatori che il loro ruolo è fondamentale all’interno dell’azienda. Sono loro infatti che ingaggiano direttamente i professionisti linguisti che contribuiscono a salvare vite umane, sostenere il sistema giudiziario e garantire il superamento delle barriere linguistiche in generale.

Charlotte Gascoyne

Responsabile del programma clienti – Divisione Linguist Recruitment