thebigword, azienda globale con oltre 600 dipendenti, è molto orgogliosa dei suoi eccellenti collaboratori e dei sorprendenti interessi che ciascuno di essi coltiva al di fuori del luogo di lavoro. thebigword incoraggia attivamente i propri dipendenti a intraprendere nuove avventure, hobby e a esplorare i propri talenti.

Alla ricerca di nuove passioni

Per me seguire uno stile di vita sano e attivo è sempre stato molto importante. Mantenersi attivi e in forma è essenziale. Praticare attività fisica non solo è divertente, ma favorisce anche la concentrazione e buone performance a livello lavorativo. Dopo un lungo percorso mirato alla perdita di peso che ho fatto qualche anno fa, ho deciso di impegnarmi al massimo per mantenere i risultati raggiunti e ho scoperto così una grande passione: il kettlebell!

Ho scoperto il kettlebell durante un’intensa sessione di allenamento con il mio personal trainer. Dopo il grande impegno profuso per aumentare la forza e raggiungere obiettivi impegnativi, il kettlebell mi sembrava una sciocchezza, qualcosa di facile e ben lontano dall’essere una sfida. Non sapevo ancora che mi stavo sbagliando alla grande!

Dopo soli 30 secondi di movimento ininterrotto, mi sembrava di andare a fuoco e non riuscivo a prendere fiato, ma allo stesso tempo provavo una fantastica sensazione di realizzazione. Non mi sono mai tirata indietro di fronte a una sfida, perciò ho iniziato ad impegnarmi seriamente e ho scoperto di essermi appassionata all’allenamento con questa nuova attrezzatura.

L’entusiasmo è stato talmente grande che mi sono procurata alcuni kettlebell a casa e ho iniziato ad allenarmi su base regolare. Non nego che a volte la frustrazione e la stanchezza si siano fatte sentire, ma alla fine il senso di grande soddisfazione ha sempre avuto la meglio.

Andando avanti

Intenzionata a proseguire la mia avventura con i kettlebell, mi sono poi iscritta, non senza un po’ di trepidazione, a una palestra della zona. Prima che me ne rendessi conto, ho iniziato a fare rapidi progressi e a migliorare costantemente nella pratica di questo nuovo sport. Sono così arrivata alla prima competizione  di primo livello nell’aprile del 2017. Ero molto nervosa e piena di adrenalina, ma ho partecipato alla gara con tutta me stessa e alla fine sono stata molto orgogliosa di essermi messa alla prova.

In seguito, il gruppo di appassionati di kettlebell che frequentavo è stato sempre più fonte di ispirazione e così ho iniziato a pianificare il passo successivo di questa attività. Con mia grande sorpresa, l’allenatore mi ha addirittura spinta a provare a qualificarmi per la squadra inglese. All’inizio l’idea mi ha fatto sorridere perché la consideravo fuori dalla mia portata. Tuttavia, più ci pensavo e più desideravo raggiungere quel senso di realizzazione e ancora una volta mi sono ritrovata ad allenarmi intensamente, supportata dalle persone a me vicine.

Nell’agosto del 2017 ho partecipato alla gara in Scozia: ancora adesso mi è impossibile descrivere il senso di nervosismo una volta salita in pedana. Decisa a non deludere me stessa, e grazie al supporto di chi credeva in me, sono riuscita a dare il massimo, che di sicuro mi ha ripagata: infatti sono riuscita a qualificarmi per la squadra inglese!

Se ripenso al primo giorno in cui ho sollevato un kettlebell e all’adrenalina che ho sentito scorrere dentro di me, sono stupita dai risultati che ho raggiunto. Ora gareggio con la squadra inglese e ho vinto medaglie d’oro nelle categorie amatori veterani. Dopo la recente qualifica nei pesi professionali (2x20kg kettlebell), ora gareggio in diversi paesi con e contro atleti provenienti da numerosi paesi di tutto il mondo.

Riuscire a mantenersi attivi al di fuori del luogo di lavoro è molto importante e avere colleghi che mi sostengono è fantastico. Allenarsi e partecipare alle gare mi fa provare un’incredibile sensazione di realizzazione ed è bello sentirsi parte di una squadra, sia al lavoro sia al di fuori di esso.

La mia esperienza con i kettlebell ribadisce l’importanza della comunicazione. Cercando di fare conoscere questo sport in tutto il mondo abbiamo affrontato grandi sfide poiché non parliamo tutti la stessa lingua. thebigword aiuta realmente a connettere le persone, le aziende e le comunità e ciò non fa altro che aumentare il mio desiderio di successo per thebigword e per la divisione MOJ.

Tracey Howson, General Manager –  MOJ