Azienda globale con oltre 600 dipendenti in tutto il mondo, thebigword è orgogliosa dei propri talentuosi collaboratori e dei risultati interessanti e entusiasmanti che essi raggiungono al di fuori del proprio posto di lavoro. thebigword incoraggia attivamente i propri dipendenti a intraprendere nuove avventure, hobby e a esplorare i propri talenti.

Questo mese abbiamo incontrato Rocco, il nostro Vicepresidente Vendite in Europa per discutere della sua passione per la scrittura e la pubblicazione di romanzi.

Come ti sei appassionato alla scrittura di romanzi?

“Sin da quando avevo 10 anni, ho sempre amato scrivere, in particolare storie ispirate a fatti reali. Scoprire cose nuove è sempre stata una mia passione!

Durante i compiti in classe a scuola ho sempre scelto i temi che parlavano di eventi attuali e mi piaceva aggiungere la mia personale interpretazione, dando libero sfogo alla mia immaginazione.

Mi ricordo in particolare un professore che mi diede il massimo dei voti per un tema scritto sul Festival di Sanremo, l’evento annuale musicale più importante in Italia. Questo fu grande risultato per me, nonostante odiassi la musica pop e preferissi invece il rock!”.

Da quanto tempo scrivi?

“Ho iniziato a scrivere romanzi circa 10 anni fa e ho pubblicato il mio primo romanzo nel 2009.

Sono orgoglioso di dire che fino ad oggi ho pubblicato 4 romanzi. Sono tutti thriller che trattano i temi dell’ambizione, delle classi sociali, politica, nichilismo e impulsi emotivi. Il mio primo romanzo è stato pubblicato nel 2009 e il secondo solo 2 anni dopo. Nel 2013 ho pubblicato un breve romanzo “Fama e successo” e la mia opera più recente è stata pubblicata nel 2017: mi ci sono voluti 3 anni per scrivere questo romanzo che è sicuramente il più lungo.”

Perché proprio i thriller?

“Mi appassionano la letteratura poliziesca e i romanzi thriller. A 12 anni mi sono iscritto a una casa editrice e ho collezionato tutti i romanzi di Agatha Christie e George Simenon. Penso che i thriller, oltre ad essere pieni di risvolti inaspettati si sposino bene con i flashback.

Mi piace interrompere la cronologia di una narrazione per tornare più o meno indietro nel tempo ad esempio ad una epidemia del passato per farne il tema centrale del romanzo. Mi piace anche creare personaggi imprevedibili e che sono il contrario della loro vera natura, trasformando la narrazione e dandole vita.”

Dove trovi il tempo per scrivere, considerando il tuo lavoro a tempo pieno in thebigword?

“Il mio ruolo in thebigword mi porta ad essere costantemente in viaggio e a volte la scrittura deve passare in secondo piano.

Mi ci sono voluti 3 anni per scrivere 130 pagine del mio romanzo più recente. Quando sono entrato a thebigword nel marzo 2015, mi stavo dedicando all’ultima fase di revisione del romanzo, e sono riuscito a completare quel lavoro solo 2 anni dopo. Fortunatamente sono mattiniero e mi piace dedicare il mio tempo al mattino molto presto alla mia passione!”.

La scrittura ti è di aiuto anche sul posto di lavoro?

“Nello spirito di un equilibrio tra lavoro e vita privata, ritengo che gli hobby siano molto importanti per il mio sviluppo personale e professionale. Essi servono a ricaricarsi in fretta dopo una lunga giornata al lavoro!”

Rocco Filomeno– Vice Presidente Vendite, Europa