L’espressione “apprendere una nuova lingua” è piuttosto ambigua. Come per qualsiasi altra materia, è possibile raggiungere vari livelli di competenza, e le lingue non fanno differenza. Puoi desiderare di avere competenze di base, la capacità di tenere una conversazione oppure di comprendere le sfumature di frasi complesse su un argomento specifico. Pertanto, apprendere una lingua riguarda maggiormente la tua motivazione e l’ambizione ad acquisire nuove abilità, piuttosto che essere un semplice processo globale.

Da giovani, la maggior parte di noi avrà studiato una lingua a scuola, ad esempio il francese, il tedesco o lo spagnolo. Tuttavia, col passare degli anni, molti di noi si rendono conto che tali lezioni settimanali di un’ora sono servite ad acquisire solo nozioni di base sui saluti e sul modo di esprimere informazioni essenziali, ad esempio il nome del tuo cane e il tuo hobby preferito nel tempo libero.

Esiste un’enorme differenza tra “apprendere” una lingua a scuola e comprendere una lingua a fondo con una maggiore padronanza della stessa. Sebbene risulti impegnativo, possedere una maggiore padronanza di un’altra lingua può essere molto utile per la carriera lavorativa e la vita personale, può aprire la strada a un lavoro di traduzione, opportunità all’estero e l’esplorazione di mercati diversi.

Perché apprendere una nuova lingua?

Grazie ai progressi tecnologici, il mondo è molto più piccolo grazie alla connettività digitale. Per questo motivo, si può affermare che apprendere un’altra lingua stia diventando un elemento fondamentale o, comunque, estremamente utile.

L’acquisizione di un’altra lingua apre numerose nuove opportunità che prima potevano essere addirittura sconosciute, e rappresenta anche un’abilità che sviluppa l’autostima, migliorando la memoria e incoraggiando la creatività. Può essere d’aiuto quando si presenta una domanda di lavoro per ruoli presso società internazionali o semplicemente per lavorare in un ambiente multilingue. Con oltre 6.000 lingue a livello internazionale, perché fermarsi solo a 1 o 2?

Apprendere una nuova lingua consente anche di vedere il mondo da una prospettiva diversa. Invece di rimanere limitati alla prima lingua, apprenderne un’altra consente di comprendere meglio e di apprezzare di più altre culture, usi e costumi. Viaggiare in un altro Paese non sembrerà più un compito così arduo. Non ti limiterai più a ordinare soltanto il pranzo o a chiedere indicazioni stradali in modo basilare ed elementare, potrai essere veramente in grado di intraprendere delle conversazioni più approfondite e significative con le persone del posto.

Robert Mynett, Direttore Generale della International School of Linguists (ISL), parla dei vantaggi legati all’apprendimento di una nuova lingua. Commenta così: “Molte persone sono convinte che, poiché l’inglese è la lingua “ufficiale” di Internet, sia meno necessario parlare una seconda lingua, ma non è assolutamente vero. In realtà, è proprio il contrario. Grazie al fatto che Internet sta facilitando sempre più il commercio globale, le multinazionali si rendono conto che i clienti acquisteranno un prodotto o un servizio con maggiore probabilità se viene offerto nella loro lingua madre. Ciò significa che esiste una domanda crescente di dipendenti che parlino più lingue. Inoltre, meno del 25% di persone di madrelingua inglese parla un’altra lingua, quindi chi ne parla due o più può veramente emergere all’interno di un mercato del lavoro sempre più competitivo”.

Qual è la lingua più difficile da apprendere?

La difficoltà di apprendere una nuova lingua dipende interamente dalla lingua stessa, dal livello di impegno di chi la studia e dal tempo che ha a disposizione per esercitarsi e perfezionarsi.

Una ricerca ha scoperto che servono 480 ore per raggiungere una padronanza di base in lingue quali il francese, lo spagnolo, il tedesco e l’italiano. Queste lingue sono considerate più semplici da apprendere rispetto ad altre, quali il greco, l’urdu, il thai, il russo, l’arabo e il cinese, che in media richiederebbero un apprendimento di 720 ore. Fattori quali alfabeto, strutture grammaticali e lessico diversi influiscono sulla difficoltà di una lingua specifica. Tuttavia, in alcuni casi, scegliere una lingua simile alla propria potrebbe renderla più facile da apprendere rispetto ad altre.

Dedicando 5 ore al giorno per l’apprendimento di una delle lingue più semplici, sarebbero necessari circa 96 giorni per prendere familiarità con le basi. Con tale prospettiva, l’idea non sembra essere così ardua o richiedere troppo tempo; inoltre, i vantaggi a lungo termine sono maggiori rispetto al tempo necessario. Quindi, perché non iniziare oggi l’avventura di una nuova lingua?

 

Se parli già varie lingue o stai prendendo in considerazione di lavorare come traduttore e interprete, controlla la nostra area linguisti per trovare opportunità specifiche.

 

Emily Bell

Responsabile della comunicazione