Il fornitore di servizi linguistici thebigword ha avviato una collaborazione con Google per aiutare le piccole e medie imprese (PMI) ad abbattere le barriere linguistiche e trovare nuovi sbocchi internazionali per le proprie merci e servizi.

Il gigante dei motori di ricerca ha scelto thebigword come partner per la localizzazione del suo nuovo tool Market Finder.

Con questo servizio intende offrire un vantaggio nella strategia di marketing internazionale ai potenziali esportatori, aiutandoli a rendere le proprie aziende globali in tre semplici passaggi:

  1. Avvalendosi del supporto di Market Finder, le PMI possono creare un business plan globale e farsi consigliare rispetto ai mercati migliori grazie ad uno strumento di analisi dettagliata del modo in cui i potenziali clienti utilizzano Internet e investono il proprio reddito disponibile .
  2. Una volta che le PMI hanno scelto una nuova zona su cui puntare, Market Finder offre loro gli strumenti, le guide e le risorse necessarie a pianificare i passaggi successivi, compresa la localizzazione, i pagamenti internazionali e la logistica.
  3. Market Finder aiuta le PMI a prendere le giuste decisioni di marketing analizzando i dati e i clienti, nell’ottica di comprendere quale sia il miglior linguaggio pubblicitario e offrire loro il modo migliore per raggiungere i loro potenziali clienti.

Avvalendosi di analisi approfondite condotte su 32 sorgenti dati, questo servizio offre un accesso totale a 180 mercati .

Per fare un esempio: un metamotore di ricerca di viaggi che consente agli utenti di confrontare il prezzo e la durata di un viaggio in aereo, treno e autobus con un’unica ricerca ha utilizzato le guide e i metodi di analisi di Market Finder per localizzare i propri siti web per i mercati europei.

Larry Gould, fondatore e presidente esecutivo di thebigword, spiega: “A molte piccole e medie imprese, esportare per la prima volta può apparire una prospettiva complessa.”

“Con Market Finder di Google diventa facile come contare fino a tre e in questo modo le difficoltà legate alla vendita di merci e servizi oltreoceano vengono ridimensionate.”

“La Gran Bretagna vanta una forte tradizione come potenza commerciale e questo tool può aiutare la futura generazione di esportatori britannici a entrare in contatto con i nuovi clienti, ovunque si trovino nel mondo.”

“Nel 2016 abbiamo esportato merci e servizi per un valore di oltre 400 miliardi di dollari tra cui automobili, medicinali e turbine a gas, il che fa di noi la decima economia di esportazione al mondo.”

“Ci sono enormi opportunità, in particolare per le piccole aziende che invito a prendere coraggio e a diventare globali.”

Marco Giorgini, Product Marketing Manager di Google ha affermato: “Internet ha abbattuto le barriere del commercio internazionale portando i clienti a bussare alla vostra porta con un livello di rischio e di costo che non è mai stato tanto contenuto. Market Finder rende tutto questo ancora più semplice.”

Greg Hands, ministro aggiunto per la politica commerciale ha affermato: “Oggi in tutto il mondo ci sono 3,7 miliardi di persone online, quindi qualsiasi attività, per quanto piccola possa essere, dovrebbe puntare sulla digitalizzazione per raggiungere nuovi clienti in tutto il mondo.”