thebigword Group, società globale di servizi di tecnologia linguistica, si è aggiudicata una proroga triennale del contratto di servizi di interpretazione con il Ministero della Giustizia (MoJ) del Regno Unito. La società si era originariamente aggiudicata l’appalto nel 2016.

thebigword continuerà a fornire una serie di servizi linguistici, come interpretazione telefonica, video-interpretazione a distanza e interpretazione faccia a faccia, alle organizzazioni di tutto il sistema giudiziario, tra cui HM Courts and Tribunals Service, National Probation Service (NPS), Crown Prosecution Service (CPS), HM Prison Service (HMPS) e altre.

Negli ultimi quattro anni del contratto con MoJ, thebigword ha supportato quasi 25.000 utenti in tutto il Regno Unito in 143 lingue diverse. thebigword ha continuato a fornire livelli di adempimento del servizio elevati, senza scendere mai al di sotto del 97,6% negli ultimi 12 mesi.

Lo sviluppo tecnologico si è rivelato fondamentale per il successo di thebigword. L’azienda ha investito continuamente nella tecnologia per garantire che il Ministero della Giustizia del Regno Unito disponga di tutti gli strumenti di interpretazione necessari per comunicare in modo efficace. Durante la pandemia di Covid-19, thebigword ha collaborato con MoJ per attuare una serie di misure di sicurezza. Le aule giudiziarie possono ora entrare in contatto con gli interpreti a distanza in meno di 30 secondi, garantendo che possano continuare ad ascoltare le testimonianze dei teste con una limita competenza nella lingua inglese, offrendo sicurezza agli interpreti e ai testimoni.

Larry J. Gould, presidente esecutivo di thebigword Group, ha dichiarato: «Siamo estremamente orgogliosi del lavoro da noi svolto per abbattere le barriere linguistiche e sostenere il Ministero della Giustizia del Regno Unito nel garantire un’amministrazione regolare della giustizia. Abbiamo mantenuto livelli molto elevati di adempimento del servizio e sono lieto che thebigword abbia ottenuto una proroga di tre anni del contratto».